Le preghiere di Sha’baniya sono state pubblicate con la calligrafia attribuita all’Imam Hussein (as)

Uno dei rituali del mese di Sha’ban è recitare le preghiere di Sha’ban

Ibn Khalawiyyah ha narrato che queste preghiere di Amir al-Mu’minin e degli Imam provengono dai suoi figli (pace su di loro) che le recitavano nel mese di Sha’ban.

La Biblioteca centrale di Astan Quds Razavi ha pubblicato il testo di queste preghiere con la grafia attribuita all’Imam Hussein contemporaneamente al compleanno di Hazrat Aba Abdullah Al-Hussein (as).

La grafia attribuita all’Imam Hussein (as) è stata ripresa e ricreata dal Corano n. 3382 della Biblioteca Centrale di Astan Quds Razavi dal muazzin del santuario dell’Imam Reza (as) (Hamid Rabei).

Va notato che il Corano n. 3382 è l’unico Corano attribuito all’Imam Hussein (as) in Astan Quds Razavi, che è stato donato ad Astan Quds Razavi dal leader supremo Ayatollah Khamenei ed è stato ora pubblicato in 32 pagine insieme alla sua traduzione

Scarica le preghiere di Sha’baniya con scrittura a mano attribuite all’Imam Hussein (as)

monajate-shabaniyeh

O Dio, manda saluti a Muhammad e Alash

 E immediatamente quando ti chiamo, rispondi alla mia preghiera, e ogni volta che ti chiamo, ascolta la mia voce.

 E immediatamente quando provo dolore con te, prestami attenzione perché sono fuggito da te e sono in tua presenza mentre piango e gemo verso di te in uno stato di angoscia.

 E spero in quello che è con te, e tu sei consapevole del mio cuore, e conosci la mia richiesta, e tu conosci me.

 E niente degli affari di questo mondo e dell’aldilà ti è nascosto

 E quello che voglio dire in linguaggio e parlare di mia volontà, e quello che spero per la vostra buona fortuna, lo sapete tutti.

 E il verdetto del tuo destino su di me, mio ​​signore, è valido e valido nel mio cuore e nel mio aspetto fino alla fine della mia vita.

 E tutti gli eccessi, le carenze, i guadagni e le perdite sono venuti da me, tutti nelle tue mani, non nelle mani degli altri

 O Dio, se mi privi del tuo sostentamento, chi può provvedere a me, e se mi umili, chi può aiutarmi?

 O Dio, io cerco rifugio in te dalla tua ira e dalla tua ira

 O Dio, se non merito la tua misericordia, ma meriti di perdonarmi della tua infinita grazia e misericordia

 O mio Dio, è come se fossi ora alla tua presenza, e la mia fiducia in te ha gettato un’ombra di grazia su di me, e tu hai fatto con me ciò che è degno della tua misericordia e gentilezza, e il tuo perdono ha perdonato me.

 O Dio, se mi perdoni, chi merita più perdono di te?

 E se la mia morte è vicina e la mia retta azione non mi avvicina a te, ho anche usato la mia confessione dei peccati come mezzo di perdono.

 Dio, ho fatto un torto a me stesso nella mia attenzione a me stesso, quindi oh guai a me se non lo perdoni

 O Dio, proprio come la gentilezza e la benevolenza sono state con me per tutta la vita, così non privarmi della benevolenza anche quando muoio.

 O Dio, come posso essere deluso dalla tua benevolenza dopo la mia morte, quando non hai fatto altro che bontà e benevolenza con me per tutta la vita?

 O Dio, fammi ciò che è in tuo onore, non ciò che è degno di me, e di nuovo abbi pietà e perdono del peccatore che è sprofondato nel pozzo del peccato per ignoranza.

 O Dio, hai nascosto i miei peccati a tutte le persone in questo mondo, e ho bisogno di nasconderti dal mondo nell’Aldilà.

 E poiché sei stato gentile e non hai rivelato i miei peccati a nessun servo giusto, non disonorarmi alla presenza del resto del popolo nel Giorno della Resurrezione.

 Dio, il tuo perdono è la fonte del mio vasto desiderio e il tuo perdono è migliore delle mie azioni

 O Dio, nel giorno in cui giudichi tra i tuoi servi, rendimi felice di essere uno con te quel giorno, o Dio, ti chiedo scusa come qualcuno che ha un disperato bisogno di accettare le scuse.

 Quindi accetta le mie scuse, O onoratissimo, dal quale i peccatori si scusano.

 O Dio, non rifiutare il mio bisogno e non privarti della mia mano avida e non tagliare la mia speranza e il mio desiderio dalla tua grazia e dignità

 O Dio, so che se avessi avuto la volontà di umiliarmi, non mi avresti esaltato con guida e gentilezza, e se avessi voluto disonorarmi, non mi avresti perdonato in questo mondo.

 O mio Dio, non ti penso mai che il mio bisogno di te e che ho passato la mia vita a cercarlo sia vano.

 O Dio, lode a Te, lode eterna ed eterna che aumenta e non perisce mai come ami e piaci.

 O Dio, se mi accusi della mia colpa, ti accuserò di perdono, e se mi consideri responsabile dei miei peccati, ti chiederò perdono.

 E se mi porti al fuoco dell’Inferno, informerò le persone del Fuoco che ti ho amato

 O Dio, se la mia azione di fronte alla tua obbedienza è piccola, di fronte alla mia speranza nel tuo perdono è grande

O Dio, come posso allontanarmi dalla porta della grazia e della disperazione se fossi molto diffidente della tua benevolenza che tu abbia pietà di me e alla fine mi rendessi uno dei salvatori?

 O Dio, ho rovinato la mia vita con dolore e abbandono di te, e ho esaurito la mia giovinezza in ubriachezza dopo di te.

 O Dio, non mi sono svegliato un giorno in cui ero orgoglioso del tuo perdono e stavo andando al tuo tormento e rabbia

 O Dio, sono il tuo servo e il figlio del tuo servitore, che sono stato alla tua presenza e ho posto il tuo perdono e la tua misericordia verso di te come miei mezzi.

 O Dio, sono il servo che è venuto da te per chiedere scusa per le brutte azioni che ho commesso in mia presenza e ai miei occhi a causa della mia mancanza di modestia.

 E ti chiedo perdono e perdono, che è una descrizione del tuo buon carattere

 O Dio, non ho il potere di allontanarmi dal peccato a meno che tu non mi risvegli con amore e affetto.

 O come vuoi che io sia e grazie per avermi portato nel tuo onore e purificato il mio cuore dalla sporcizia della negligenza.

O Dio, guardami come hai fatto a colui che hai chiamato e lui ha obbedito e tu gli hai fatto obbedire e lui ti ha obbedito

 O vicino che non ti allontanerai mai da te che è stato ingannato, e o benefattore che non sarà mai avaro con qualcuno che spera di perdonarti.

 O Dio, dammi un cuore desideroso di avvicinarti a te e dammi un linguaggio in modo che le Sue giuste parole possano raggiungere te e la visione della verità che cerca di incontrarti.

 O Dio, colui che è diventato famoso per te non sarà mai ignorante e anonimo, e chi cerca rifugio in te non sarà mai umiliato, e chiunque tu presti attenzione non diventerà mai un altro schiavo.

 O Dio, chiunque è venuto da te si è illuminato, e chi si è rifugiato in te si è rifugiato e io in te mi sono rifugiato, così tu, o Dio.

 Non disperare del mio ottimismo con la tua misericordia e non nascondermi alla luce della tua compassione e cura.

O Dio, concedimi la posizione di ansioso tra i tuoi santi nella speranza di aumentare il tuo amore.

 O Dio, fammi meravigliare del tuo ricordo e interrompi i miei sforzi per la gioia e la prosperità nei tuoi nomi e nella tua santa posizione.

 O Dio, giuro sulla tua natura pura e sul diritto che hai di crearmi, di unirti a me al tuo popolo obbediente e concedermi una degna casa dalla tua posizione di soddisfazione e contentezza.

 Che non sono in grado di respingere il male da me stesso o di trarne beneficio

 O Dio, sono il debole servitore del peccatore e il possessore del pentimento, imperfetto e imperfetto, quindi non mettermi tra coloro dai quali ti allontani e che sono stati velati per negligenza del tuo perdono.

 O Dio, concedimi un taglio completo a Te stesso e illumina gli occhi dei nostri cuori alla luce che vede la tua luce.

 Finché non ha visto la nostra intuizione strappare i veli di luce ed essere collegati alla luce della tua grandezza e le nostre anime essere legate al santuario del tuo onore

 O Dio, rendimi uno di quelli che, quando Lo invocherai, ti risponderanno, e quando lo realizzerai, Egli rimarrà incantato dal riflesso della tua gloria e maestà, così gli racconterai un segreto interiormente, e Apparentemente è impegnato con il tuo lavoro

 O Dio, non lasciarti dominare dall’ottimismo e dalla disperazione su di te, e non separare la mia speranza dal lembo della tua bontà.

 O Dio, se i miei errori mi hanno umiliato prima di te, perdonami per la mia buona fede in te.

 O Dio, se i miei peccati mi portano via dalla tua grazia e dignità, il mio posto di certezza mi ricorderà la tua misericordia e compassione.

 E se la negligenza mi risveglia dal prepararmi a unirmi a te in un sonno orgoglioso, la mia conoscenza si risveglierà alle tue grandi benedizioni.

 O Dio, se la tua aquila e la tua vendetta mi hanno chiamato al fuoco dell’inferno, la tua ricompensa e provvidenza mi ha invitato al paradiso eterno.

 O Dio, allora ti chiedo quello che voglio e grido al tuo onore con lamenti, lamenti e desiderio e ti chiedo di inviare saluti al tuo ultimo profeta Muhammad (PBUH) e ai figli di Muhammad

 E rendimi uno di quelli che ti ricordano costantemente e non infrangono mai la tua alleanza, e non dimenticare la tua gratitudine per un momento e non prendere alla leggera il tuo comando.

 O Dio, unisciti a me alla luce della tua dignità, la cui maestà e allegria è più alta di ogni piacere, affinché possa conoscerti e distogliere la mia faccia da te, temerti e prendermi cura del tuo comando.

 O Dio di Gloria, Maestà e pace sia sul Suo Messaggero Muhammad (PBUH) e sulla sua pura famiglia, pace e benedizioni siano su di lui.

Check Also

Quranium Publishing presenta i suoi lavori sotto forma di Non Fungible Token o NFT.

Quranium Publishing presenta i suoi lavori sotto forma di Non Fungible Token o NFT. Nell’annunciare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *